La mia foto
PESCARA Centrale, Italy


E COME POTEVA NON ESSERE ALTRIMENTI?
FIN DA BAMBINO AFFASCINATO, APPASSIONATO, MALATO D'IMMERSIONI, CHE CON AUTORESPIRATORI PRATICO DAL 1981, E FREQUENTATORE DELLA MONTAGNA, SPESSO SOTTO I SUOI OCCHI ARMEGGIO NEI PREPARATIVI CON BOMBOLE, PINNE, MASCHERE, EROGATORI, CORDE, ZAINI, SCI, RAMPONI E PICCOZZE.
LA SUA MENTE FRESCA, LIMPIDA E DIRETTA E' COSI' CHE MI VEDE.
QUI RACCONTO CON FOTO, VIDEO E PAROLE DI TUFFI ED ASCENSIONI.

domenica 31 dicembre 2017

--immersioni: "BLACK & WHITE"


Tuffo di fine anno ai così detti gozzi del lago di Castelgandolfo.
Partiti nei pressi dell'immissario, sulla sponda occidentale del lago, grazie agli apparati a circuito chiuso effettuiamo un'immersione di quasi cento minuti, nell'acqua che ci ha accolti con temperature tra i 12 ed i 9 gradi incontrati alla massima profondità di 77 metri raggiunta oggi.
Alla fine eravamo un po' provati dal freddo accumulato durante la prolungata permanenza di un'ora e quaranta minuti sotto il lago, che però abbiamo sopportato non solo grazie alle essenziali mute stagne che indossavamo ed alla nostra motivazione, ma soprattutto grazie alla respirazione in circuito chiuso che consente, oltre che avere dei consumi di gas notevolmente più bassi rispetto a quelli che si avrebbero respirando con un sistema a circuito aperto, anche di ventilare nei polmoni una miscela gassosa più tiepida ed umida grazie alla quale la perdita di calore viene ridotta.

2 commenti:

Ben lieto della tua visita, grazie. Se hai voglia di lasciare un'opinione puoi farlo qui. Ciao